Pacchetti Benessere ed offerte SPA, wellness e beauty farm nelle Marche Inserisci la tua Azienda è gratis!
Facebook seguici su Facebook!



                
Bellezza Salute
Sfoglia tutti gli articoli


Notizie di Bellezza

Capelli sottili; ecco come rinvigorirli Capelli sottili; ecco come rinvigorirli
I capelli sottili appaiono spesso disordinati e non proprio in salute. Ciò avviene perché non hanno un giusto volume o ancora perché raramente hanno la brillantezza tipica di una chioma sana. Inoltre l'eccessiva facilità con cui tendono a spezzarsi contribuisce a dare alla capigliatura una forma disordinata ed un aspetto genericamente poco curato.
Welcome Fitness 2012 Welcome Fitness 2012
Il 14 ed il 15 aprile scorsi ha avuto luogo la ventiquattresima edizione del Welcome Fitness. Qui, nella bella località marittima di Cervia, la FIF, acronimo per Federazione Italiana Fitness, ha avuto modo di presentare a tutti gli intervenuti le ultime tendenze e le più creative invenzioni nell'ambito del fitness.
Come garantirsi delle belle labbra anche d'inverno Come garantirsi delle belle labbra anche d'inverno
Quando l'inverno incalza sembra quasi che tutto il nostro corpo ne risenta. Uno dei suoi primi effetti sul corpo si manifesta sulla pelle; questa si raggrinzisce, si screpola e molte volte sembra invecchiare all'improvviso.
Caccia alle rughe per ritrovare la giovinezza Caccia alle rughe per ritrovare la giovinezza
Le rughe sono l’annoso problema che affligge tutte le donne, sono il segno principale dell’invecchiamento cutaneo e sono determinate soprattutto da una progressiva riduzione del collagene sottocutaneo, proteina essenziale che serve a sostenere i tessuti della pelle. La maggior parte delle donne ricorre a vari interventi di chirurgia plastica più o meno invasivi per combattere questo problema ma bisognerebbe anche dire che l’invecchiamento è una fase naturale della vita che un intervento di chirurgia non può ostacolare.

Tutto sulla dieta vegetariana


Un vecchio adagio popolare recita: “siamo ciò che mangiamo”. Niente di più vero. Proprio per questo motivo i dietologi hanno a lungo studiato la questione dell'alimentazione vegetariana e vegana. In molti in passato hanno asserito che privarsi volontariamente della carne e del pesce può causare all'organismo un certo numero di scompensi, di entità anche abbastanza grave. Altri invece, tralasciando le motivazioni di carattere etico e morale, hanno sostenuto la necessità di ricorrere a questo tipo di regime alimentare in quanto capace di purificare il corpo e mantenerlo più sano a lungo. La teoria più recente in proposito invece sembra collocarsi in una posizione mediana; mangiare vegetariano può anche essere una buona abitudine purché si metta comunque in pratica uno stile alimentare corretto. In particolare si fa qui ferimento alla conservazione di un equilibrio di fondo che consenta al corpo di non accusare alcun tipo di carenza vitaminica e proteica. Per far ciò bisognerà innanzitutto sostituire le proteine di origine animale con quelle di provenienza vegetale. In genere ciò si traduce nell'introduzione nella dieta della soia e di molti suoi derivati. Anche se in misura minore possono poi  tornare utili allo scopo un po' tutte le leguminacee e gran parte dei cereali di utilizzo comune. I vegetariani rischiano poi, se non supportati nella definizione di un piano alimentare da un professionista del settore, di accusare gravi carenze di ferro. Per riequilibrare la situazione anche sotto questo punto di vista diventa allora fondamentale l'assunzione di vari tipi di verdura e ancora di legumi. Più difficile sarà invece la sostituzione degli omega 3 di origine animale. In linea di massima sarà possibile reperirli nella frutta secca, di cui in ogni caso non sarà bene abusare, e ancora nella soia. Aderire ad un regime alimentare vegetariano, o ancor di più vegano, può, nonostante questi accorgimenti debilitare parecchio il corpo. In particolare sarà difficile assimilare la vitamina B12 rischiando di avere prima o poi a che fare con gravissime patologie quali ad esempio la sclerosi multipla. Se comunque si è ormai compiuta questa scelta si raccomanda di farsi guidare da un dietologo che possa definire al meglio un piano alimentare adeguato alle esigenze individuali.



venerdì 25 ottobre 2013
Tags: Dieta